IL PROGETTO

XENO è un progetto ideato da E-20, gruppo di promozione culturale di Cormòns, promosso con la collaborazione di Territoria Nord Est e Trieste Contemporaneae con l’adesione di altri enti e istituzioni culturali della regione, che si propone di mantenere e sviluppare le aree non più utilizzabili agrariamente dei Colli Orientali del Friuli Venezia Giulia, indicandone un uso che porti alla riqualificazione culturale e turistica dell’intero territorio.

XENO è un progetto permanente ed entra così nella logica delle sinergie possibili tra mondo dell’agricoltura, del turismo naturalistico e dell’arte.

Il titolo Xeno (dal greco Xenòs: straniero, ma anche ospite) vuole sottolineare la peculiare caratteristica del luogo ed il valore della multiculturalità.

Nel considerare le caratteristiche di questo progetto E-20 ha individuato nell’Azienda Agricola Perusini di Gramogliano (Corno di Rosazzo) il terreno ideale per la realizzazione del progetto pilota, modello operativo sul territorio dei Colli Orientali.
Esso prevede la collocazione di sculture, installazioni site-specific, sulle pendici del monte San Biagio e la realizzazione di una serie di interventi che ne favoriscano la fruibilità (percorsi, panchine, cartellonistica, manutenzione dei siti, ecc.).

La prima opera è una scultura di Alessandra Bonoli (scultura in ferro, dimensioni: h. 5,96 mt. x 0,80 x 0,80), collocata su un colle appositamente ripristinato all’interno della Tenuta Agricola Perusini in località Gramogliano a Corno di Rosazzo.

“Menhir”, questo il titoòo della scultura di Alessandra Bonoli, è realizzato in ferro e liberamente ispirato alle grosse pietre oblunghe piantate nel terreno verticalmente, tipiche di alcune civiltà preistoriche. L’opera, dalla fortissima valenza religiosa e culturale, ha in sé una tensione verticale e un senso dell’estensione che può essere associato ad un vero e proprio “indicatore di energia”, “luogo del congiungimento” tra il cielo e la terra, tra ciò che sta sopra la nostra testa e ciò che sta sotto i nostri piedi, in cui si percepisce la volontà di creare un posto unico e magico, dispensatore di energia vitale.