Picolit

Nobile, antico vitigno friulano, il Picolit viene definito “vino da meditazione” da Veronelli che ne ha legato indissolubilmente la riscoperta a tre generazioni dei Perusini che per primi l’hanno selezionato e coltivato sui Colli Orientali e poi fatto conoscere fuori dal Friuli. Vino che può essere bevuto da solo, a fine pasto oppure, come i Sauternes, con patè o formaggi forti. Parte passito sui graticci e parte ottenuto con vendemmie tardive il Picolit Perusini — invecchiato in barriques di rovere ed acacia — ha il caratteristico elegante aroma di fiori di acacia e di miele. Temperatura di servizio 14-16°C

Vigneto

  • Denominazione

    DOCG – Friuli Colli Orientali

  • Sito

    Monte S.Biagio (colle di Gramogliano)

  • Terreno

    Marna

  • Esposizione

    Sommità della collina

  • Uve

    100% Piccolit

  • Viti ettaro

    4000

  • Forma allevamento

    Guyot

  • Tecniche colturali

    cimatura

  • Epoca vendemmia

    fine Settembre

  • Produzione ettaro

    15 q.li

Dati Analitici

  • Titolo alcolometrico

    10.90

  • Zuccheri Riduttori

    169

  • Acidità Totale

    7,4

  • Estratto Secco

    53,5

  • Anidride Solforosa

    190

Scheda di degustazione

  • Colore

    Giallo profondo con riflessi di oro rosso.

  • Naso

    Sentori di Albicocca e fichi secchi, note di miele d'acacia e castagno, zenzero, dattero; molto complesso ed etereo.

  • Bocca

    Al palato è vellutato, quasi oleoso. Magnifica complessità aromatica, ricco, pieno, appagante e persistente. All'attacco, che ricorda il gusto del favo, si amalgamano sensazioni fruttate di albicocca sciroppata e pesca gialla, cremose di panna e crème brûlée che sfumano in un'elegante sapidità che sostiene l'importante nota zuccherina.